martedì 1 ottobre 2013

Rouge 999 Dior: Rosso di sera...e anche di mattina!


Non c'è mai un tempo stabilito per indossare il rossetto. Qualunque ora e qualunque circostanza sono eternamente propizie per essere accompagnate da uno degli oggetti più femminili e caratterizzanti di sempre. Il viso illuminato da un raggio di colore è festoso e mai banale, qualunque tonalità si scelga...nonostante io abbia un amore smisurato per il rossetto rosso. Il rosso non appartiene a nessuna categoria, non è adatto per le feste natalizie, né per il sabato sera...il rosso puo' essere esibito con disinvoltura a qualsiasi ora del giorno e per qualsiasi circostanza.

Le tecniche più moderne di trucco ci insegnano che si puo' anche fare a meno di contornare le labbra. Per ottenere un effetto più naturale e casuale, addirittura, il rossetto si puo' anche picchiettare con i polpastrelli e lasciarlo, così, appena accennato. Se, invece, si desiderano labbra impeccabili un pennellino facilita la stesura del rossetto e sostituisce egregiamente la matita perché assicura un contorno perfetto. Qualche anno fa le matite labbra e i contorni netti erano un po' più di moda, il make up di oggi ha fatto dei contorni soft e sfumati il suo dictat.
Io utilizzo ancora la matita, ma non contorno più le labbra come una volta, le coloro all'interno e poi applico un po' di rossetto per farlo durare di più. Se desidero un contorno a prova di sbavature procedo con la matita ma la sfumo bene bene, non amo il contorno definito a china...secondo me invecchia e appesantisce le armonie del viso.